Food and Beverage

Uova in camicia: la ricetta per prepararle alla perfezione

Uova in camicia: la ricetta per prepararle alla perfezione

Le uova in camicia, dette anche uova pochet o uova affogate, sono una pietanza gustosa e nutriente, ideale da mangiare da sole, sul pane tostato, in mezzo a un panino o come secondo piatto. Vengono chiamate così perché, durante la cottura in acqua bollente, l’albume avvolge il tuorlo inglobandolo delicatamente. Per realizzare  alla perfezione l’uovo in camicia è importante però seguire dei piccoli accorgimenti: in questo modo otterrete un involucro bianco e soffice ben rappreso, ma non stracotto, che avvolge un tuorlo morbido e cremoso. Bisognerà quindi stare attenti a svolgere determinati movimenti con precisione rispettando i tempi di cottura. In questo modo potrete preparare alla perfezione questa pietanza sana e senza grassi in pochissimo tempo e gustarlo come più vi piace, magari a colazione o per un delizioso brunch con gli amici.

Come preparare le uova in camicia.

Preparate le uova da utilizzare e assicuratevi che siano freschissime.(1) Mettete sul fuoco una pentola dai bordi alti, accendete il fuoco e versate un pizzico di sale e l’aceto.(2) Non appena l’acqua comincerà leggermente a bollire abbassate la fiamma e mescolate l’acqua con un cucchiaio per creare un vortice. Rompete l’uovo in una ciotolina o direttamente in pentola, il tuorlo dovrà rimanere intatto, e versatelo al centro del vortice, che aiuterà il tuorlo ad avvolgersi attorno all’albume. Continuate la cottura per 2 o 3 minuti, fino a quando l’albume non sarà rappreso assumendo la tipica colorazione bianca.(3)

Sollevate l’uovo con la schiumarola (4) e adagiatelo prima sulla carta assorbente da cucina per eliminare l’acqua in eccesso e poi in un piatto eliminando, se necessario, le parti in eccesso.(5) Procedete cuocendo un uovo alla volta. Quando saranno pronte spolveratele con un po’ di pepe, adagiatele su una fetta di pane tostato o servitele come più vi piace.(6)

Consigli.

Per la preparazione di questa ricetta utilizzate solo uova freschissime, o che non abbiamo più di 3 giorni. Per verificarne la freschezza aprite l’uovo in una ciotola o in un piatto: se il tuorlo rimane compatto, allora è fresco, se invece si allarga, vuol dire che è vecchio e l’albume in cottura non riuscirà ad avvolgerlo.

L’aceto è importante per la buona riuscita delle uova in camicia: l’acqua acidula, infatti, favorisce la coagulazione dell’albume, facilitando la cottura. Utilizzate sempre 1 cucchiaino di aceto per ogni litro d’acqua.

Per facilitare la coagulazione dell’albume, l’acqua deve solo sobbolire: la temperatura ideale è compresa tra i 70 e gli 80°C, altrimenti l’uovo si indurirà troppo.

Ricordate di cuocere un uovo per volta, così non rischierete di romperle. In alternativa potete inserire nella pentola con l’acqua due o tre coppapasta e versare l’uovo da cuocere all’interno: in questo modo l’uovo in camicia avrà una forma più regolare.

Se preparate le uova in camicia come secondo piatto, abbinatele a un contorno di verdure: insalata, asparagi, spinaci o ciò che preferite. Se le preparate per un brunch potete servirle sul pane tostato con bacon croccante e formaggio.

Chi ama i sapori speziati potrà insaporire le uova in camicia con della paprika per renderle ancora più gustose.

Come conservare le uova in camicia.

Le uova in camicia vanno mangiate calde appena preparate ma, siccome per realizzarle è necessario avere una buona manualità, potete anche prepararle in anticipo, soprattutto se non siete esperte nella preparazione. Una volta cotte mettetele in una ciotola con acqua fredda: in questo modo potete conservarle in frigo per 2 giorni coperte con pelicola trasparente. Prima di mangiarle riscaldatele in acqua bollente per 1 minuto, e appoggiate della carta assorbente prima di servirle, così da eliminare l’acqua in eccesso.

Fonte: Uova in camicia: la ricetta per prepararle alla perfezione

Post Comment